Striano, i voti ai politici ad un anno di distanza dall’insediamento del sindaco Del Giudice

Striano, poche note liete e molti dubbi: Promossi e bocciati tra i politici strianesi

Sono trascorsi circa sedici mesi dalle ultime elezioni comunali e poco più di dodici dall’insediamento del sindaco di Striano,è arrivato il momento di dare i voti ai politici strianesi analizzando ciò che hanno detto durante la campagna elettorale e fatto nel loro primo anno. Si fa notare che  nello  stilare le pagelle non sono stati presi in considerazione le dichiarazioni e  l’operato  legati alla fase emergenziale causata dal  Covid 19)

Del Giudice  voto 6+

Lavora di buona lena in questo primo anno di legislatura, anche in virtù dell’esperienza acquisita in passato. Con la sua concretezza ed il suo modo di fare ha saputo gestire le criticità in modo appropriato gestendo meglio degli altri la campagna elettorale, ma non deve cullarsi sugli allori.  Gli  avversari lo attendono al varco, le insidie e le prove da superare sono tante ma la sua esperienza  politica e la voglia di fare grandi cose per la città dovrebbero e potrebbero aiutarlo.

Gerli  e le sue liste  voto 4,5

Doveva e poteva fare di più:  belle foto, ottime inquadrature,alta qualità della luce e delle immagini  ma poca analisi e comunicazione strategica (i due aspetti più importanti per realizzare una vera campagna elettorale, anche se in pochi lo sanno). Gerli  ha idee e grandi potenzialità, quando capirà che la campagna elettorale si vince attraverso la  comunicazione strategica potrà  ambire a ruoli importanti e questo  4,5 potrà diventare  7.

Rendina, voto 4+

Campagna elettorale poco soddisfacente che non convince buona parte della sua cittadinanza,ora lui ed i suoi dovranno cambiare marcia e farsi sentire con maggior vigore. Le proprie idee si possono esprimere all’interno del consiglio ma anche all’esterno, se la sua compagine saprà  fare cose buone il voto potrà salire ma dalle elezioni sono trascorsi già molti mesi e chi viene sconfitto deve ‘’rialzarsi’’ prima possibile per non perdere la fiducia dei propri sostenitori.