Nocera Superiore, le pagelle dei politici: Cuofano promosso,Fabbricatore bocciato

Cuofano conquista un voto alto, Mandara,Ferrentino ed Oliva non raggiungono la sufficienza

Sono trascorsi più di  dodici mesi dalle elezioni comunali ed è arrivato il momento di dare i voti ai protagonisti, analizzando quanto detto durante la campagna elettorale  e fatto in questi mesi ( nello stilare le pagelle non sono stati presi in considerazione le dichiarazioni e  l’operato  legati alla fase emergenziale causata dal  Coronavirus)

Cuofano voto 7,5

Fa bene il suo lavoro durante il primo mandato e la cittadinanza lo premia  concedendogli la fiducia che merita. Ottiene moltissimi voti  ed infligge una  sonora lezione ai concorrenti ed a chi crede, anche a livello regionale o nazionale, che i partiti ed i simboli  ‘’tirino’’ più delle persone e del loro operato. Nei primi dodici mesi del secondo mandato non ha fatto male ma sembra aver smarrito, almeno in parte, la spinta propulsiva che aveva caratterizzato il primo mandato, ma il suo voto resta comunque molto alto.Se saprà sfruttare l’onda lunga di questa vittoria potrà puntare in alto e potrà  far sentire la propria voce anche oltre i confini cittadini.

Fabbricatore, voto 4,5

A quasi un anno di distanza dalla debacle si intravedono  flebili segnali di ripresa e  qualcuno del suo gruppo sta provando a rialzarsi, anche in virtù delle prossime elezioni regionali, ma  la  sconfitta subita potrebbe incidere anche sulle scelte future. La sua campagna elettorale non ha brillato a livello strategico ( nell’era della politica liquida non basta farsi appoggiare da una moltitudine di liste per ottenere i risultati sperati e vincere le elezioni ) e gli elettori non lo hanno premiato.

Oliva, voto 5,5

Il suo gruppo non parte con i favori del pronostico ma l’impegno e la passione non mancano, anche se la campagna elettorale  non spicca per strategia e lungimiranza. Ora, insieme ai suoi fedelissimi, dovrà concentrarsi su cosa fare e come affrontare la situazione che si è venuta a creare, anche in vista delle prossime tornate elettorali. Si deve  e si può  fare di più.

Ferrentino, voto 5+

Lei e le sue liste  potevano e dovevano fare  qualcosa in più, ma la  performance di Cuofano  ha ridimensionato  tutto e tutti. Ora sono  attesi alla prova dell’opposizione, che è bene ricordarlo, si può fare anche fuori  dal consiglio comunale. Qualche spunto interessante sul quale costruire il futuro è emerso  e questo potrebbe far ben sperare.

Mandara, voto 5-

Dalle elezioni è trascorso quasi un anno e chi viene sconfitto deve ‘’rialzarsi’’ prima possibile per non perdere la fiducia dei propri sostenitori soprattutto per un partito fluido. E’ vero che a livello locale i Cinque Stelle  non raggiungono mai gli stessi numeri delle elezioni politiche o europee, ma i voti raccolti da Mandara e dal Movimento lasciano molto a desiderare. A questo punto bisogna  rimboccarsi le maniche e,forse, rivedere qualche scelta interna legata ai vertici, non solo locali ma anche a livello provinciale e regionale. In questi mesi qualcosa di buono  è stato fatto ma bisogna accelerare.