Coronavirus in Campania: poche multe, tanti pericoli e molti rischi

L’indice Rt torna a salire sopra quota 1, ma la maggior parte della popolazione non rispetta le regole

Il Coronavirus, torna a far paura anche in Campania: l’indice di contagio Rt ( il parametro che misura la potenziale trasmissibilità del virus e quindi  il numero medio delle potenziali  infezioni  prodotte dai singoli individui) è tornato sopra quota 1. Gia la scorsa settimana si erano avuti i primi sentori e le prime avvisaglie del pericolo, non a caso il Governatore  De Luca ha legiferato per imporre multe ‘’salatissime’’ ,da mille euro, a chi non rispettasse le norme. Nonostante le multe  stratosferiche  e  le raccomandazioni degli esperti, però, molti campani sembrano non preoccuparsi dei rischi e dei pericoli (non solo a livello sanitario, ma anche da un punto di vista economico e sociale)  legati all’aumento dell ‘indice Rt e continuano a compiere le proprie attività, lavorative e di svago, come se il pericolo virus non esistesse. Per comprendere meglio la situazione sarebbe sufficiente recarsi in bar, ristoranti,tabacchi,salumerie, ma anche  uffici pubblici e privati per  verificare con i propri occhi: quante persone indossano la mascherina? quante persone rispettano il distanziamento sociale? A guardarsi intorno ed ascoltare i commenti dei più preoccupati ci sarebbe  un enorme disparità  tra  ciò che accade giorno per giorno intorno a noi (basta fare mente locale o guardarsi intorno per capire quante persone abbiano rispettato le regole su distanziamento sociale ed uso delle mascherine in determinati luoghi)  ed il numero di multe effettivamente comminate, sia nell’ultimo mese, sia nell’ultima settimana.

Coronavirus,occorrono maggiore controlli e più severità, non le multe da mille euro

Per risolvere realmente il problema non servono poche multe da mille euro ma tante multe, anche da cento euro, a tutti i trasgressori. Piuttosto che poche  multe a quattro cifre euro servono  piccoli atti più concreti  che fungano immediatamente da deterrente facendo  abbassare i rischi   e l’indice Rt su tutto il territorio regionale.  Ovviamente le multe da mille euro fanno clamore ed aiutano a vendere più giornali, ma in questo momento la Campania non ha bisogno  del clamore, dei social e dei titoli sui giornali, ha bisogno soltanto di contrastare il virus nel migliore dei modi possibili.